Principi

Gli immobili costituiscono per la CPdL una classe d’investimento tradizionale. Fin dai primi anni della sua esistenza essa ha acquistato e costruiti immobili destinati ad abitazione per i propri assicurati. Essi rappresentano circa il 40% del patrimonio globale e sono amministrati dalla Cassa tramite un suo servizio qualificato.

Il rigore

Gli immobili sono valutati a scadenze regolari secondo il metodo del Discounted Cash Flow, che consente di determinare al termine di un esercizio contabile il valore reale e reperibile dell’immobile sul mercato, nel quale sono considerati i flussi di cassa futuri. Secondo questo metodo i costi relativi ai necessari interventi di manutenzione e i conseguenti ricavi da pigioni sono tenuti in debita considerazione, fornendo una fotografia completa dell’immobile e delle sue potenzialità future.

L’implementazione degli interventi previsti nella pianificazione è soggetta a procedure rigorose che prevedono diversi livelli di controllo a garanzia del rispetto delle disposizioni legali e dei principi deontologici del settore. Il Comitato immobili garantisce la sorveglianza dell’implementazione delle procedure strategiche fissate dal Consiglio Direttivo, la Direttrice la sorveglianza delle procedure operative.

La trasparenza

Tutti gli immobili di proprietà della CPdL sono qui presentati in modo trasparente, così come i relativi valori a bilancio. I costi della manutenzione ordinaria e straordinaria sono pianificati sul lungo periodo e pubblicati nella contabilità analitica annuale.

L'efficacia

La redditività costante, accompagnata da un’oculata pianificazione della manutenzione straordinaria e il lungo orizzonte temporale d'investimento rendono il settore immobiliare particolarmente idoneo per gli istituti di previdenza e per la CPdL in particolare. Il patrimonio immobiliare della CPDL è investito efficacemente secondo i principi applicati al patrimonio mobiliare: sicurezza, ripartizione dei rischi, redditività, liquidità e trasparenza.
Gli investimenti immobiliari mirano soprattutto a realizzare proventi stabili e durevoli nonché a conservare e incrementare il valore degli immobili. Grazie inoltre alla loro interdipendenza negativa con altre categorie d'investimento, gli immobili, soprattutto in forma diretta come quelli della CPdL, contribuiscono a stabilizzare il portafoglio. Particolare attenzione viene dedicata in questo momento all’attuazione del principio della diversificazione dei rischi considerando anche nuove forme di collocamento immobiliare indiretto. La CPdL sta inoltre analizzando a livello strategico le opportunità d'investimento in settori strettamente correlati con l’invecchiamento demografico (abitazioni per anziani), tema che la occupa su più fronti. Nuove forme di amministrazione del patrimonio immobiliare sono infine allo studio al fine di rendere più dinamica e flessibile questa importante quota del patrimonio della CPdL.